Circa 45 mila iscritti al Movimento 5 Stelle ha votato il contratto del nuovo governo. Un successo d3l 94 % che ha visto mettere chiaramente una sentenza definitiva sulla volonta di formare questa nuova allenaza con punti chiari di unione e formazione di un intento comune a tutti. “Un governo del cambiamento” come lo ha definito il suo leader Di Maio e che ora deve mettersi in moto per il bene del paese, affrontando tutti i punti di contratto che sono stati spiegati in linea di massima. “Siamo a pochi passi dal realizzare i punti del nostro programma e sono molto orgoglioso – continua Di Maio – Non so se andrò a fare il presidente del Consiglio ma abbiamo portato a fare il presidente del Consiglio il nostro programma”.

Il capo politico del M5s si sofferma anche sui punti del programma, mettendo in risalto quelli a cui ci si è tanto battuti in campagna elettorale ,ricordando quelli più cari al suo partito e spiegando che quello che arriva ora è “il momento del coraggio”.

Ci sarà un reddito di cittadinanza contro la povertà e la disoccupazione. Con la pensione di cittadinanza gli anziani avranno una pensione dignitosa. La legge Fornero è destinata a diventare un brutto ricordo. E via le pensioni d’oro, una volta per sempre. Nessuno farà più affari sporchi sull’immigrazione. Le imprese avranno vita più semplice e tasse più basse. Vi sembra un sogno? È un sogno che ora si può realizzare. Tutto questo e molto altro è nel contratto di governo che oggi abbiamo votato. Con questo governo l’Italia cambia davvero. Tutti i media italiani ed internazionali, parte dell’establishment, e alcuni burocrati europei sono contro il contratto. La strada è giusta, ma il cammino non sarà facile. Coraggio o paura? La paura ti fa restare immobile, il coraggio ti dà la forza per cambiare tutto.

Antonio David – ForestaliNews

Rispondi