Una donna italiana di origine straniera è stata stuprata venerdì notte su un’auto nella zona Settecamini a Tivoli. La 43enne ha raccontato agli investigatori che, aspettava l’autobus alla fermata vicino Rebibbia quando è stata avvicinata da una macchina con due uomini a bordo a quanto sembra di origine bengalesi e, interloquendo con lei dopo battute e abboccamenti l’hanno costretta a salire sull’auto.

I due a quanto pare ubriachi, si sono fermati sotto un cavalcavia della Tiburtina dove c’erano altri uomini ad attenderli. A questo punto tenendola ferma, tutti a turno hanno abusato violentemente della donna costringendola  ad avere rapporti sessuali sotto la minaccia di un coltello. Alla fine la donne, liberatasi ha chiamato la Polizia che l’ha portata in un centro antiviolenza che l’ha presa in cura e da qui ripartire con le indagine e salire agli autori del vile gesto.

Situazioni sempre più incresciose e sempre più frequenti nelle grandi città ove specialmente di notte la pericolosità aumenta, specialmente quando per vari motivi ci si trova soli e in poca presenza di altre persone. La situazione di tanta gente di colore e gente dell’Est che invade le città metropolitano o meno sta allarmando gli italiani che si barricano a casa , avendo paura anche di mettere la testa fuori dalla propria abitazione e, con il pericolo sempre dietro l’angolo, visto che vengono a rubare anche a casa !

Antonio David

Rispondi