A Niscemi, in provincia di Caltanissetta, è stato arrestato il noto attivista contro il Muos, l’impianto satellitare degli Stati Uniti installato a Niscemi, Salvatore Vaccaro, 65 anni, originario di Marianopoli. L’ordine di carcerazione è firmato dalla Procura di Gela. Vaccaro sconterà 17 mesi di reclusione per reati commessi a Niscemi in occasione d’iniziative di protesta del movimento No Muos. La condanna, in particolare, si riferisce ad un grave episodio di danneggiamento che sarebbe stato commesso da Salvatore Vaccaro nel dicembre del 2014 quando, utilizzando un varco aperto nella recinzione esterna, si introdusse nella base militare della Marina statunitense in contrada Ulmo, e con un grosso masso danneggiò gravemente alcune delicate apparecchiature elettroniche, collocate all’interno di una stazione di comunicazione della base.

Rispondi