La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per abuso d’ufficio dell’ex direttore generale dell’ospedale Garibaldi, Giorgio Santonocito. Oggetto dell’imputazione è un incarico da 40 mila euro conferito nel 2015 e prorogato nel 2016 come medico esterno alla dottoressa, ed ex assessore allo sport della giunta del sindaco Bianco, Valentina Scialfa, che non è indagata. Il Codacons, rappresentato dall’avvocato Carmelo Sardella, che in proposito ha presentato un esposto alla Procura e una segnalazione all’Anac anti-corruzione, è parte lesa nel procedimento. L’udienza preliminare è in calendario il prossimo 13 febbraio innanzi alla giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Catania, Maria Ivana Cardillo. Per la proroga dell’incarico sono imputati anche l’allora direttore amministrativo Giovanni Annino, l’allora direttore sanitario Anna Rita Mattaliano, e l’allora dirigente del settore Affari generali Gaetana Bonanno.

Rispondi