Natale tra usi,abitudini,divertimento ma, anche bronci familiari…

Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi. E’ proprio così la tradizione italiana e/o per meglio dire dei siciliani. La maggior parte trascorre le Festività natalizie attorno il tavolo familiare e non ci si scosta da quella tavola che certamente la fa da padrone. Periodi in cui il calore e la voglia di stare insieme mette tutti a tacere e trovare la serenità che a volte manca durante il periodo dell’anno.
Succede anche il contrario comunque, visto che in ambito familiare queste feste possano portare scontenti e lamenti non per le festività in sé ma, per il fatto di aspettare se, invitare o essere invitati, quindi tale apprensione rimane sospesa fino all’ultimo minuto, con discussioni tra”mariti e moglie” e con bronci che sono dietro l’angolo. Se a questo si aggiunge anche il fatto che esistono anche con coloro che attendono l’invito e fanno “il panza e presenza” come si dice in siciliano e coloro che mettono mai ai fornelli rimangono solo ed esclusivamente le mamme a sostenere le festività, sole e stanche a sostenere anche il non aiuto dei figli che si alzano tardi e non danno un aiuto materiale in casa.
Scherzando o ridendo, è anche la realtà dei fatti che viene oscurata e messa da parte dal fatto che il “Natale è Natale” quindi non si deve pensare a questo e, ci si deve imbattere in una tre giorni di “panzate” a via di digestivi e divani che richiamano l’attenzione di tutti. Tradizioni che si ripetono e, periodo che unisce nella maggior parte dei casi tutta la famiglia tra regali e lunghe attese. Tanti pendolari che rientrano per le feste e riuniscono un bene comune che spesso si perde, con i piatti culinari la fanno da padrone su tutte le tavole, tra risate,tombolata e attesa di fine anno. Certo il “colesterolo e i trigliceridi” sono in attese di uscire fuori e mettersi in evidenza ma, il siciliano medio non pensa a tutto questo e solo in pochi si limitano di mantenere il peso in queste giornate di feste.
Il piatto della mamma è sempre il più bello si dice, quindi questa si mette ai fornelli per il bene dei figli accontentandoli in tutto e per tutto anche perché alla fine, anche la “mamma è sempre la mamma” ma, esiste anche il papà che …. deve solo pagare !

Antonio David

Rispondi