Il sindaco di Priolo, Pippo Gianni ieri mattina ha tracciato un bilancio della sua attività amministrativa in questi primi cinque mesi nel corso dell’incontro con la stampa, ed ha annunciato una diffida presentata ai vertici di Ias affinché si giunga in tempi rapidi al rinnovo delle autorizzazioni in scadenza al 31 dicembre.

Sostanzialmente ha chiesto interventi risolutivi anche in merito al piano di ammodernamento dell’impianto che è gestito al 60 per cento dall’Irsap, e per la parte restante dai Comuni di Priolo, Melilli e dalle aziende dell’area industriale. Dopo la relazione tecnica presentata dall’amministrazione comunale priolese, resta centrale secondo Gianni, l’assenza di un rinnovo della concessione da parte della Regione, per l’attività del depuratore in scadenza al 31 dicembre e per il prosieguo delle attività di depurazione per i comuni di Priolo, Melilli, parte di Siracusa e il trattamento dei reflui provenienti dagli stabilimenti del polo industriale di Priolo, Melilli ed Augusta.

Il sindaco Gianni ha anche annunciato la firma del protocollo d’intesa con Asp e Lukoil per il progetto di controlli sanitari riservati ai priolesi, e l’avvio dell’iter per lo smaltimento delle ceneri di pirite accumulati da anni alla penisola di Magnisi e per i molteplici problemi che affliggono Priolo nei temi di ambiente, salute, politiche sociali e culturale. Lavoreremo sinergicamente per un paese migliore. In merito ad Ias, è intervenuta la presi- dente Maria Grazia Brandara. A quanto è dato sapere l’Irsap sta predisponendo un bando di gara europeo per garantire la realizzazione degli interventi di manutenzione, ammodernamento ed adeguamento dell’impianto che è stato costruito oltre trent’anni fa e necessita di corposi investimenti che si stimano in oltre 10 milioni di euro. Siamo fiduciosi, e puntiamo a fare la nostra parte, garantendo, come ho dimostrato dal mio insediamento una gestione dell’impianto IAS basata sulla trasparenza, puntualità e efficienza, puntando alla tutela ambientale, alle esigenze dei comuni, delle aziende ed alla tutela occupazionale.

fonte http://www.libertasicilia.it/siracusa-ias-autorizzazioni-in-scadenza-il-sindaco-di-priolo-presenta-una-diffida/

Rispondi