Il sindaco di Mezzojuso (Pa) Salvatore Giardina ha deciso di nominare il generale dei carabinieri in pensione Nicolò Gebbia assessore comunale alla Cultira. Lunedì prossimo nel castello di Mezzojuso avverrà la proclamazione. Gebbia alcune settimane fa testimoniando in un processo a Roma per diffamazione e parlando della latitanza del padrino Bernardo Provenzano, ha messo a verbale di avere appreso dal metropolita ortodosso di Sarajevo, in un incontro avvenuto nel settembre di 16 anni fa, che “il capomafia di Mezzojuso, Napoli, siccome aveva solo tre figlie femmine ed era anziano, faceva in modo che Provenzano fosse ospitato nel territorio di sua competenza perché si appoggiava all’autorità del boss visto che la sua veniva erosa dall’età anagrafica e dal fatto di non avere figli maschi”.

Secondo Gebbia, Provenzano sarebbe stato ospitato in un ex monastero dei monaci Basiliani nel paese. Le sorelle Napoli, Irene Ina e Marianna, hanno denunciato da anni intimidazioni mafiose. Della vicenda si occupa da mesi la trasmisisone ”Non è l’arena” di La7. Il sindaco di Mezzojuso ha querelato per diffamazione il conduttore Massimo Giletti, il suo ex collaboratore Klaus Davi e l’editore che secondo lui lo hanno attaccato ingiustamente dicendo di non aver fatto nulla per le tre donne così come la comunità di Mezzojuso. Le sorelle Napoli hanno annunciato una querela contro il generale Gebbia e il sindaco Giardina.

 

fonte ansa

Rispondi