Lettere dal carcere di Antonello Montante.
L’ex paladino dell’antimafia sembra un disco rotto. Continua a gettare i suoi strali contro Magistrati e Giornalisti, tentanto ancora una volta di riaffermare le sue ignobili imposture. Mal consigliato dai suoi avvocati tenta di fare spostare il suo processo a Catania. Frattanto, lunedì 14 gennaio, a Caltanissetta, inizia il processo a carico di altri suoi ‘favoreggiatori’ e tra questi l’ex presidente del Senato, Renato Schifani e l’ex comandante di Stato Maggiore dei Carabinieri ed ex capo dei servizi segreti civili, il generale Arturo Esposito

Il Montante è un vero e proprio fiume in piena! Ma ce l’ha in modo particolare con tutti i magistrati che ha conosciuto e che a suo modo di vedere dovrebbero essere addirittura grati nei suoi confronti per il fatto che lui, presso il Tribunale di Catania,  li ha scagionati, quando è stato sentito riguardo agli eventuali reati a loro ascrivibili. Ma uno dei bersagli per eccellenza è anche il sottoscritto, reo di informare la gente sullo svolgimento dei procedimenti penali in corso relativi all’inchiesta ‘Double face’…

Rispondi