La Direzione distrettuale antimafia di Palermo ha emesso altre sette misure cautelari nell’ambito dell’inchiesta antimafia “Cupola 2.0”, che ruota intorno al presunto tentativo di ricostituire la Cupola di Cosa Nostra siciliana dopo la morte di Riina, e che ha già provocato 49 arresti lo scorso 4 dicembre. Tra gli arrestati oggi vi sono Leandro Greco, 29 anni, nipote di Michele Greco, il “Papa” di Cosa Nostra e storico capomafia di Ciaculli, e Calogero Lo Piccolo, figlio del boss ergastolano Salvatore Lo Piccolo. Entrambi avrebbero partecipato alle riunioni della ricostituita Commissione provinciale. Arrestato anche Giovanni Sirchia, presunto affiliato alla famiglia mafiosa di Passo di Rigano, e poi Giuseppe Serio, Erasmo Lo Bello, Pietro Lo Sicco e Carmelo Cacocciola, operanti nel territorio del mandamento mafioso di San Lorenzo.

Rispondi