“Caccia all’omo”. Il rotocalco “L’Espresso” sempre in prima linea nell’opera di distrazione di massa. Di più, nell’opera di orizzontalizzazione del conflitto tra sconfitti della mondializzazione, ora divisi e in lotta tra gay ed etero. Il capitale e i suoi strateghi se le studiano tutte pur di evitare che sorga una rivolta corale dal basso (modello giubbe gialle galliche) contro la contraddizione classista, contro il fanatismo economico.

fonte diegofusaro.com

Rispondi