I poliziotti del Commissariato di Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa, hanno eseguito 9 misure cautelari coercitive ed interdittive, emesse dal Tribunale di Siracusa, a carico di amministratori comunali, pubblici dipendenti e imprenditori. Sono indagati di aver commesso numerosi reati contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica ed il patrimonio, in merito a procedure di affidamento di lavori e servizi da parte di uffici pubblici. Nell’ambito dell’inchiesta, cosiddetta “Muddica” (mollica), sono stati arrestati ai domiciliari anche il sindaco di Melilli, Giuseppe Carta, ed è stato imposto il divieto di dimora al sindaco di Francofonte, Daniele Lentini. Ai domiciliari è stato ristretto, inoltre, l’ex vice sindaco ed ex assessore di Melilli, Sebastiano “Stefano” Elia. Le indagini riguardano soprattutto appalti del Comune di Melilli.

Rispondi