La Corte d’Appello di Palermo ha confermato la sentenza emessa il 21 marzo del 2019 dalla sezione penale del Tribunale di Sciacca, presieduta da Antonio Tricoli, che ha ha condannato a 6 anni e 6 mesi di reclusione Lino Conticello, 49 anni, e a 5 anni e 6 mesi Giuseppe Marciante, 39 anni, entrambi di Sciacca. I due sono imputati di violenza sessuale su un minore: Conticello ne avrebbe abusato, e Marciante avrebbe procurato il contatto tra i due. A carico degli imputati, che si sono sempre dichiarati innocenti, è stato imposto, in solido, il risarcimento del danno con una provvisionale di 20mila euro subito esecutiva. Il minore e la madre si sono costituiti parte civile assistiti dall’avvocato Maurizio Gaudio.

Rispondi