Il Tribunale del riesame di Palermo, dopo aver rivisto l’ipotesi di reato di Paolo Ruggirello si è pronunciato anche sul caso di Salvatore Giorgi, finito in carcere per associazione mafiosa.

Secondo quanto riportato da Castelvetrano Selinunte , su ricorso dei legali Giuseppe Pantaleo del Foro di Marsala e Lillo Fiorello del Foro di Palermo, ha riqualificato il reato di associazione mafiosa in concorso esterno per Mario Salvatore Giorgi. Per il deposito delle motivazioni il Tribunale si è riservato il termine di 45 giorni. Giorgi rimane, però, in carcere ed è rinchiuso nella casa circondariale di Ancona. Il Tribunale, infatti, non ha accolto l’istanza di scarcerazione presentata dai due legali. L’uomo, zio di John Luppino, fu arrestato insieme al nipote e a Francesco Catalanotto nell’ambito dell’operazione antimafia

Rispondi