Il Tribunale di Gela ha emesso sentenza al processo sul crollo di una campata del viadotto “Geremia 2”, al chilometro 48 della statale 626 per Caltanissetta, il 21 maggio del 2009. Il direttore dei lavori per conto dell’Anas, l’ingegnere Francesco Lombardo, è stato condannato dalla giudice monocratico, Tiziana Landoni, a 2 anni di reclusione (pena sospesa) per disastro colposo e lesioni colpose. Le difettose fondazioni dei piloni da 70 metri della campata, non adeguatamente addentellate nelle argille del sottosuolo dell’area, nel territorio di Butera, avrebbero causato, secondo la pubblico ministero Tiziana Di Pietro, lo scivolamento a valle e il successivo crollo della struttura, inaugurata appena tre anni prima. L’improvviso cedimento avvenne mentre transitavano sul viadotto un carabiniere su una moto e un taxi con a bordo il conducente e una passeggera: tutti feriti ma non gravemente.

Rispondi