L’Agi che è una agenzia di stampa rinomata su scala nazionale pubblica una dichiarazione del Gip di Trapani

. Il Blog AGI pubblica l’articolo a firma di Marco Bova dove , all’interno, viene riportato un virgolettato del Gip di Trapani, Cersosimo, che non può lasciare indifferente la città di Castelvetrano . I castelvetranesi dovrebbe votare il prossimo 28 aprile.

Per il gip di Trapani Emanuele Cersosimo – secondo quanto riportato da AGI- la situazione dopo il ritorno in libertà degli indagati dell’operazione Artemisia è a forte rischio . IL GIP di Trapani: non vi è dubbio pertanto che in occasione delle imminenti elezioni per la carica di Sindaco di Castelvetrano saranno poste in essere ulteriori condotte delittuose volte a condizionare l’esito della tornata elettorale e perpetrare l’illecita interferenza sul funzionamento del predetto organo territoriale da parte dell’associazione capeggiata da Lo Sciuto”.  

Una dichiarazione che definire :”allarmante” è come usare un eufemismo.  Per la Procura di Trapani rimane alto il rischio di un condizionamento del voto.

Si può tranquillamente aggiungere che, visto il delicato momento che attraversa Castelvetrano, rimandare il voto è quanto mai opportuno. Il Circolaccio lo aveva detto anche in occasione della vicenda che colpì l’ex deputato Ruggirello . l’operazione Artemisia ha completato il quadro. Anche l’ultima operazione delle talpe ha dato un ulteriore scossone alla città che,adesso è oltremodo disorientata. 

A tutto questo va aggiunto anche l’attesa del verdetto della Corte dei Conti sul dissesto finanziario che potrebbe colpire anche potenziali candidati. E ancora, rimane tutto l’iter legato allo scioglimento. Rimane un cittadino in attesa di capire e disorientato che dovrà recarsi al voto.

 Chi ha agevolato la mafia all’interno della macchina comunale ?Il comune è stato sciolto per mafia e  ancora i castelvetranesi attendono le responsabilità. Vorrebbero capire dagli inquirenti se dirigenti, funzionari e amministratori  degli ultimi 5 sono stati responsabili di connivenza mafiosa o di altri reati.  Troppi i buchi nella gestione comunale. Errante  ed ex consiglieri  già sotto inchiesta spiegheranno ai giudici i loro comportamenti . E gli altri? Ci sono altri responsabili tra coloro che in modo diretto e indiretto stanno partecipando alla competizione? 

La lunga relazione prefettizia di nomi ne fa diversi. Spetta a chi ha la responsabilità di determinare un voto sereno capire se, è necessario , rimandare tutto.

 Rimandare il voto , una scelta di garanzia democratica

Musumeci ha detto che-  quando i comuni vengono sciolti per mafia, la legge manda a casa i politici ma il provvedimento, non tocca i burocrati che rimangono al posto di gestione-. Non si può immaginare un comune infiltrato solo da politici. I provvedimenti li firmano anche i dirigenti. Le attività comunali vengono regolate dai burocrati. Insomma, senza ossigeno, la fiamma si spegne . Politica e burocrazia sono elementi che vanno insieme nella gestione amministrativa, anche se con responsabilità diverse. Adesso arrivano anche le parole del Gip Cersosimo  sul già pesante clima elettorale. Sarebbe opportuno l’intervento del Ministro Salvini . Il Ministro potrebbe rinviare il voto? La domanda va posta agli esperti.

Rispondi