Domani a Palermo conferenza dei servizi relativa alla richiesta di autorizzazione relativo al progetto per un impianto per il trattamento meccanico di rifiuto (TMB) da realizzarsi presso contrada Matarana, territorio comunale di Montallegro, avanzata della Catanzaro costruzione srl.
Il sindaco Caterina Scalia alla vigilia della conferenza dei servizi ribadisce la contrarietà dell’amministrazione comunale all’impianto anche a costo di perdere le misure compensative: “Prima di ogni cosa vanno tutelate la salute dei cittadini e le produzioni agroalimentari del territorio”, sottolinea il primo cittadino che ieri ha partecipato alla conferenza dei capigruppo convocata dal presidente del consiglio comunale Giuseppe Iacono.
Il presidente del consiglio e il capogruppo di maggioranza Graziella Caro hanno presentato la seguente mozione d’indirizzo:
“In riferimento alla conferenza dei servizi del 16.05.2019, riguardante la richiesta di autorizzazione relativo al progetto per un impianto per il trattamento meccanico di rifiuto (TMB) da realizzarsi presso contrada Matarana, territorio Comunale di Montallegro, avanzata della Catanzaro costruzione srl.
I sottoscritti Iacono Giuseppe, in qualità di Presidente del Consiglio e Caro Graziella, nella qualità di Capogruppo di maggioranza dichiarano la propria contrarietà a concedere qualsiasi autorizzazione in merito ad ampliamenti di strutture esistenti e/o implementazioni di nuove strutture mobili e/ o fisse, presso la discarica Matarana, ivi compresa il progetto per il suddetto impianto poiché reputano che il territorio di Montallegro, fino ad oggi, sia stato, in tal senso, eccessivamente sfruttato e ritengono che tali forme di progetti possano danneggiare il paese SOTTO VARI ASPETTI.
I sottoscritti reputano che la concessione di tale autorizzazione possa avere delle ripercussioni sull’immagine del paese, deturpando lo stesso, con conseguenze negative sulla promozione turistica andando contro quanto affermato in campagna elettorale, ovvero adottare una politica basata sulla promozione turistica.
GLI SCRIVENTI AFFERMANO INOLTRE CHE le MAGGIORI PREOCCUPAZIONI sono rivolte alla SALUTE DEI PROPRI CONCITTADINI, poiché temono che la presenza di tale struttura e di tutto ciò che comporta il funzionamento della stessa (aumento degli auto compattatori, monossido di carbonio, percolato, esalazioni maleodoranti ecc) POSSA RICADERE SULLA SALUTE DEI CITTADINI .
AFFERMANO infine che: considerando l’interesse collettivo e la delicatezza dell’argomento si INVITA il Sindaco a tenere conto della proposta votata ad unanimità durante il C.C tenutosi il 19/03/2018 riguardante L’ASSOLUTA CONTRARIETA’ A QUALSIASI FORMA DI AMPLIAMENTO E/O NUOVI PROGETTI in relazione al trattamento dei rifiuti all’interno del nostro territorio e alla discarica in genere”.

Fonte comunicalo

Rispondi