l presidente di Confindustria Lombardia è indagato per aver elargito un presunto finanziamento illecito alla forzista Lara Comi, anche lei sotto indagine, pochi giorno dopo la condanna a 14 anni di Montante

Bufera su Confindustria: dopo Montante, ecco il caso Bonometti

Ennesimo, duro colpo per Confindustria. Dopo il clamoroso caso Montante, condannato in appello a 14 anni per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo a sistema informatico, un’altra tempesta giudiziaria si abbatte sulla associazione guidata da Vincenzo Boccia.

Secondo gli inquirenti, il presidente di Confindustria Lombardia, Marco Bonometti, avrebbe elargito a Lara Comi, candidata di Forza Italia alle elezioni europee, un finanziamento illecito pari a 31mila euro. Entrambi sono stati sotto indagine, il primo per averlo elargito, la seconda per averlo ricevuto.

Rispondi