A seguito della morte di Michele Lumia, 57 anni, l’operaio vittima di un incidente sul lavoro a Palma di Montechiaro, la Procura della Repubblica di Agrigento ha iscritto, come atto dovuto, nel registro degli indagati il datore di lavoro di Lumia. Si tratta di un imprenditore di 56 anni di Palma di Montechiaro, il quale, peraltro, sarebbe stato alla guida della ruspa che, inavvertitamente, ha colpito, con la benna, Michele Lumia, a lavoro in un fossato profondo. Nel frattempo, il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, ha proclamato il lutto cittadino in occasione dei funerali dello sventurato. Castellino commenta: “Non si può morire per andare a lavorare. Morire sul posto di lavoro è una delle tragedie più brutte da accettare. Con la decisione del lutto cittadino non possiamo che stringerci, fortemente, accanto alla famiglia Lumia”.

Rispondi