L’’Osservatorio Internazionale dei Diritti Umani, presieduto dal Dott. Antonello Nicosia scrive una lettera al Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che alleghiamo in fondo, in merito all’emergenza negli Istituti Penitenziari. Tra le richieste una in particola che potrebbe risolvere molti problemi è la riformulazione dell’Ufficio del Garante Regionale dei Detenuti, l’organismo che si occupa della tutela dei diritti fondamentali delle persone detenute o private della libertà personale, che ad opinione del Dott. Nicosia e anche alla luce del fatto che come dichiarato dai detenuti non hanno mai incontrato il Garante e non hanno mai usufruito di nessun altro intervento da parte dell’Ufficio stesso, l’Ufficio del Garante non adempie ai compiti assegnati così come previsto dalla legge, gravi inadempimenti che segnalano un sostanziale disinteresse alle vicende della realtà carcerare. Una riformulazione di detto ufficio sarebbe auspicabile, ma non con dipendenti della Regione provenienti da uffici che sono lontani da quelle che sono le competenze richieste e necessarie per poter gestire l’Ufficio del Garante per i diritti dei detenuti. Infatti si contesta fortemente la direzione dell’Ufficio affidata ad un Ingegnere che ovviamente non ha competenze giuridiche e psicopedagogiche, quando invece lo stesso Ufficio potrebbe essere gestito anche da volontari, soprattutto considerato che l’Ufficio del Garante dovrebbe essere presente 24 ore su 24 a monitorare gli Istituti Penitenziari così da poter intervenire prontamente su qualsiasi problematica possa insorgere all’interno delle carceri, evitando, come nell’ultimo caso, nel carcere di Agrigento dove c’è stata una rivolta dei detenuti perchè senza acqua da oltre una settimana, oppure come a Siracusa dove un detenuto è stato vergognosamente tenuto in carcere malgrado si trovasse in coma da oltre 10 giorni e solo grazie all’intervento dell’Osservatorio Internazionale per i Diritti Umani, di cui è Presidente il Dott. Nicosia, che unitamente all’Avv. Di Carlo sono riusciti a farlo ricoverare presso una struttura Ospedaliera all’esterno del carcere. Sarebbe troppo lungo l’elenco di fatti incresciosi accaduti nelle carceri, tutte cose che dovevano essere monitorate dall’Ufficio del Garante che invece inspiegabilmente non interviene, forse è il momento che il Presidente Musumeci faccia qualcosa, magari iniziando dalla nomina di un nuovo Garante.

Scarica la Lettera

Il Circolaccio

Maurizio Franchina

Rispondi