Il Procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio, è stato destinatario di un’altra lettera con messaggi minacciosi e offensivi, verosimilmente legati alla sua attività di garante del rispetto delle leggi in materia di immigrazione. Nell’area dei metal detector del palazzo di giustizia di Agrigento, le guardie giurate dell’Ancr, l’Associazione nazionale combattenti e reduci, hanno intercettato una busta bianca, anonima, e indirizzata al dottor Patronaggio, con dentro un foglio con frasi, scritte con un normografo a scanso di tracce calligrafiche, di minacce e di offese verso Patronaggio. Indagini in corso.

Rispondi