Accogliendo le istanze dei difensori, gli avvocati Giovanni Castronovo e Chiara Proietto, il Magistrato di Sorveglianza di Agrigento, Walter Carlisi, ha revocato la misura della libertà vigilata a favore di Antonino Pirrera, 80 anni, di Favara, già arrestato nell’ambito dell’inchiesta antimafia “Maginot” e condannato per associazione mafiosa quale esponente di spicco della famiglia mafiosa di Favara. La difesa ha evidenziato l’assenza di condotte illecite, la mancanza di frequentazioni con pregiudicati ed il rispetto delle prescrizioni imposte a Pirrera. Tali elementi, uniti all’età avanzata del condannato, hanno dissolto il timore della pericolosità sociale di Antonino Pirrera.

Rispondi