La discarica di Bellolampo ha chiuso stanotte. Da oggi i rifiuti saranno spediti a Lentini e a Motta Sant’Anastasia fino a quando non sarà pronta la settima vasca. Con costi esorbitanti: circa 100mila euro al giorno per una cifra totale che sfiora i 10 milioni. Il trasporto – affidato ai privati delle ditte Seap e D’Angelo che si erano aggiudicate un appalto da 2 milioni – pesa per 50-60 euro a tonnellata. Poi ci sono i costi delle discariche col conferimento che costa 80-90 euro a tonnellata.

Ma dove andrà la spazzatura? A Lentini, nella discarica della società Sicula trasporti — a 226 chilometri — o in alternativa a Motta Sant’Anastasia dalla società Oikos. Chi pagherà ?La Rap, che dovrà anticipare le somme, scrive a Comune e Regione: «Questi costi non possiamo sostenrli noi» dice il presidente Giuseppe Norata.

Rispondi