Concessi i domiciliari al Col. Alfio Zappalà.

Dopo la scarcerazione del Prof. Vaccarino dal Tribunale del riesame, la revoca dei domiciliari qualche giorno fa all’App. Barcellona, adesso è la volta del Col.Zappalà al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari avendo così finalmente potuto lasciare il carcere di Enna dove era detenuto ormai da troppo tempo. Nei giorni scorsi era stata  comunicata ufficialmente la chiusura delle indagini a tutti e tre.

Tirando le somme di quanto accaduto, siamo partiti da un giornalista che ha definito “talpe di Messina Denaro” i tre anche se non era scritto  in nessun verbale o atto giudiziario, caduto anche il favoreggiamento alla mafia, resta l’accesso abusivo al sistema e divulgazione di segreti,  “un dialogo fra due persone su un funerale”.

Restiamo fiduciosi in attesa che venga fatta piena luce sulla vicenda.

Poco tempo fa anche la Dott. Principato e un Carabiniere sono stati condannati per lo stesso reato, la Principato a 40 giorni di carcere con pena sospesa.

Maurizio Franchina

Il Circolaccio

Rispondi