Prima del 1977 al mondo esisteva un solo Candido: il personaggio, puro come il suo nome, le cui gesta furono narrate dal filosofo francese Voltaire. Il Candido, o l’ottimismo di Voltaire ha cambiato la letteratura mondiale e ha influenzato profondamente la moderna filosofia europea. Voltaire fu tra i padri dell’illuminismo: la dottrina filosofico-politica che, in contrasto con i valori di una società bigotta, incoraggiava all’uso della ragione e del pensiero scientifico. Voltaire con il suo Candide volle contrastare l’idea professata dall’illustre matematico tedesco Leibniz che riteneva di “vivere nel migliore dei mondi possibili”, e lo fece immergendo il protagonista nelle trame di un mondo orribile e sanguinario, tanto da divenire perfino grottesco. Per Voltaire il breve romanzo filosofico fu il pretesto per compiere una satira spietata nei confronti dei suoi contemporanei: l’apparente leggerezza del testo sostiene infatti una critica amara e per niente indulgente che provocò le ire di molti.

Voltaire con il suo piccolo capolavoro creò uno stile letterario nuovo, caratterizzato dall’uso dell’ironia e dall’irriverenza dei toni, il tutto esposto con una prosa chiara seppur estremamente polemica. Voltaire dedicò la sua vita e la sua filosofia a contrastare le ingiustizie del tempo: divenne uno spauracchio per i potenti e ne pagò le conseguenze tramite le persecuzioni che subì.

Continua su https://youmanist.it/categories/letteratura/semplicita-candido-sciascia

C

Rispondi