Nomine d’agosto alla Regione. Il governo Musumeci conferma commissaria all’Istituto Vino e olio Alessia Davì, componente dell’ufficio di gabinetto e portavoce dell’assessore all’Agricoltura, Bandiera. Commissario all’Istituto Zoo-profilattico è il dirigente dell’assessorato regionale all’Agricoltura, Giovanni Sutera. A capo della Soprintendenza del Mare, creatura di Sebastiano Tusa, sarà da settembre la moglie di Tusa, Valeria Li Vigni. E al posti della Li Vigni, alla guida di Palazzo Riso vi sarà l’ex direttore del museo Pepoli di Trapani, Luigi Biondo. Poi l’ex numero uno della Valle dei Templi, Giuseppe Parello, è a capo dell’ufficio dell’assessorato regionale ai Beni Culturali che coordina tutti i Parchi archeologici siciliani. L’ex direttrice dell’area archeologica di Taormina, Vera Greco, dirige la pianificazione paesaggistica. Poi, altri incarichi: Andrea Mangione (coordinamento dei siti Unesco), Rosaria Gullotta (Programmazione), Alessandra De Caro (Valorizzazione del patrimonio culturale sommerso), Ignazio Romeo (agli Affari generali della soprintendenza di Palermo), Gaspare Romeo (Sicurezza), Piero Gurgone (Beni paesaggistici della soprintendenza di Enna), Giuseppe Avenia (Affari generali della soprintendenza di Agrigento), Antonio Mamo (Affari generali della soprintendenza di Siracusa), Alessandra Ministeri (Beni architettonici della soprintendenza di Siracusa), Ferdinando Maurici (Ricerca alla soprintendenza del mare), Maria Gugliotta (Affari generali alla biblioteca Bombace), Giuseppe Sepe (Affari generali della Valle dei Templi di Agrigento), Filippo Spagnolo (Affari generali del parco archeologico di Gela), Stefano Vassallo (Affari generali del museo Salinas), Angelo D’Urso (Affari generali del parco di Siracusa).

Rispondi