A Ucria, in provincia di Messina, la sera di Ferragosto intorno alle ore 21, una banale lite per un parcheggio è degenerata in un duplice omicidio. Due uomini, Antonino e Fabrizio Contiguglia, zio e nipote, di 60 e 30 anni, sono stati uccisi a colpi di fucile da un uomo originario di Paternò, nel Catanese, che è fuggito, si è barricato nel suo appartamento e poi si è arreso ai Carabinieri. Il sostituto procuratore di Patti, Andrea Apollonio, ha già disposto lo stato di arresto. E’ stato ferito anche un parente delle due vittime, un uomo di 43 anni operato in giornata all’ospedale Papardo di Messina. L’uomo è stato colpito da 3 proiettili ma non è in pericolo di vita. Il sindaco di Ucria, Vincenzo Crisà, commenta: “Siamo sconvolti e sotto choc. Questa è una comunità piccola e accogliente, composta da persone perbene, tanta gente arriva qui per trascorrere le ferie, non era mai accaduto un fatto del genere. Conoscevo le vittime – aggiunge – il più giovane veniva per le vacanze mentre lo zio viveva ad Ucria, davano una mano alla nostra comunità. Dopo quanto accaduto sono state annullate tutte le manifestazioni del nostro cartellone estivo”.

Rispondi