Sicilia – Caltanissetta 21.10.2013 Alfano: contro le mafie accanto al compare dei nafiosi Montante. Vertice nazionale in Sicilia su sicurezza e contrasto alla criminalità organizzata

Ecco uno dei tanti ‘vergognosi’ vertici del massimo organo di sicurezza ed ordine pubblico d’Italia, tenutosi a Caltanissetta, per onorare l’indagato per mafia ed oggi condannato a 14 anni di reclusione, Antonello Montante, che veniva in tal modo accreditato e legittimato quale massima espressione in Italia per la la lotta alla mafia. Grazie ad Alfano, la Cancellieri e Lamorgese il Montante poteva fare e disfare tutto ciò che voleva, facendo condannare, ingiustamente, chiunque e facendo confiscare beni ed aziende a destra ed a manca, a suo piacimento. Oggi l’amico del neo ministro dell’Interno Lamorgese e dei suoi due predecessori, Alfano e Cancellieri, è condannato perché ritenuto il capo di una vera e propria cupola affaristica e dedita allo spionaggio ed alla corruzione. Non sappiamo inoltre se si tratta anche di una vera e propria cupola mafiosa, visto che il Montante è ancora sotto inchiesta per mafia.

Rispondi