Da una nota di SALVO FLERES che condividiamo…

Buongiorno amici di Facebook. Nella compagine di governo ci sono molti meridionali e ben tre siciliani. Temo che la circostanza dimostrerà, come è già accaduto in passato, che per il Sud e la Sicilia cambierà poco. Il motivo è semplice: ognuno di loro, infatti, non ha il dovere di rispondere ai siciliani ed ai meridionali, poiché a sceglierli non sono stati né i siciliani né i meridionali, né sono loro che li controlleranno. Essi, invece, dovranno rispondere a partiti o movimenti centralistici, dirigistici e fortemente condizionati dal capitale del Nord, che vuole tutto per sé.

È per questo motivo che dobbiamo accelerare la formazione di un soggetto politico post ideologico, agguerrito, appassionato, onesto, competente, fortemente ancorato al territorio, al Mezzogiorno, e da questo controllato. Solo così potremo essere certi che la delega che consegneremo agli eletti sarà rispettata.

Rispondi