Il tribunale di Siracusa, presieduto da Giuseppina Storaci, ha assolto, “perché il fatto non sussiste”, l’ex sindaco di Augusta, Massimo Carrubba, dalle imputazioni di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio. L’ex assessore Antonio Luigi Giunta è stato prosciolto dall’imputazione di voto di scambio per intervenuta prescrizione. Le contestazioni di reato si riferiscono alle elezioni Amministrative e alle Regionali del 2008, e a presunti contatti con esponenti del clan Nardo di Lentini. Carrubba si è dimesso da sindaco nel 2012, e il Comune di Augusta è stato sciolto nel 2013 per presunte infiltrazioni mafiose. Il pubblico ministero, Andrea Ursino, ha invocato la condanna dell’ex sindaco a 5 anni di carcere.

Rispondi