La sostituto procuratore di Agrigento, Paola Vetro, ha firmato il provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico di Carmelo Rubino, 68 anni, di Canicattì, agricoltore, pensionato, sospettato, e ha ammesso la propria responsabilità, di avere ucciso ieri mattina intorno alle ore 11 a Canicattì, in contrada Calici tra le campagne, l’agricoltore Vincenzo Sciascia Canizzaro, 69 anni, sparandogli alla testa due colpi di pistola 7,65. Le ipotesi di reato contestate sono omicidio pluriaggravato e porto illegale di arma da fuoco aggravato. Tra Sciascia Cannizzaro e Rubino sarebbero insorti contrasti per il diritto di transito in una stradina campagnola nella zona dei loro terreni agricoli. Carmelo Rubino è recluso nel carcere “Di Lorenzo” ad Agrigento.

Rispondi