Estorsione aggravata ai dipendenti, condannato imprenditore di Canicattì

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il giudice per le udienze preliminari, Francesco Provenzano, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato a 5 anni di reclusione l’imprenditore Calogero Muratore, 59 anni, di Canicattì, responsabile legale di un supermercato in città. Muratore è imputato di estorsione aggravata perché avrebbe costretto almeno 6 dipendenti, sotto minaccia del licenziamento, a restituire parte delle retribuzioni e ad accettare condizioni lavorative ed economiche inferiori a quanto previsto dal contratto, imponendo loro di prolungare l’orario di lavoro giornaliero e rinunciare a giorno di riposo settimanale, ferie, tredicesima e quattordicesima. Muratore è stato denunciato da un dipendente che si è costituito parte civile insieme ad un collega.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: