A Palermo, al processo frutto dell’inchiesta antimafia nell’agrigentino cosiddetta “Montagna”, la pubblico ministero, Alessia Sinatra, ha depositato agli atti ulteriori intercettazioni che interessano l’ex sindaco di San Biagio Platani, Santo Sabella, imputato di concorso esterno alla mafia. Si tratta di registrazioni di conversazioni durante i colloqui nel carcere “Pagliarelli”. Ebbene, tra l’altro, Santo Sabella, rivolgendosi ai familiari, afferma: “Non ho fatto niente, vediamo di parlare con…”. Sabella si sarebbe riferito ad un parlamentare di lungo corso, sia alla Camera che al Senato, di Forza Italia, non candidato alle elezioni del 2018, con cui i familiari avrebbero dovuto parlare per tentare di risolvere i suoi guai giudiziari.

Rispondi