I Carabinieri del Ros, su disposizione della Procura antimafia di Palermo, hanno eseguito un decreto di confisca emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo nei confronti di Giuseppe Guttadauro. I beni sottoposti a confisca, per un valore stimato di circa 600mila euro, sono due società che operano nel settore della edilizia, di cui una titolare di 19 libretti al portatore anche questi sottoposti a confisca. A carico di Giuseppe Guttadauro, più volte condannato per associazione mafiosa e indicato come esponente di vertice del mandamento di Brancaccio, il Tribunale ha ritenuto provato che i beni siano stati frutto di attività illecite o che ne abbiano costituito il reimpiego, e che comunque siano stati sottoposti alla diretta gestione economica e amministrativa da parte dell’indagato.

Rispondi