Botti Capodanno, in Sicilia amputate mani e dita

Tra coloro che si sono divertiti sparando esplosivi a Capodanno non mancano, purtroppo i feriti. Nell’Agrigentino, a Canicattì, a Palermo, a Trapani, diverse persone sono state costrette al ricovero ospedaliero. Il più grave è un ragazzo di 20 anni, di Paternò, in provincia di Catania, al quale i medici dell’ospedale “Cannizzaro” di Catania sono stati costretti ad amputare la mano destra a causa delle ferite subite da un petardo che lui è stato intento a maneggiare. Ancora a Catania all’ospedale Garibaldi hanno amputato un dito della mano sinistra ad un uomo di 76 anni. A Palermo al Policlinico ad un uomo di 45 anni hanno amputate due dita della mano.