La Procura di Sciacca ha rinviato a giudizio cinque imputati nell’ambito di un’inchiesta, sostenuta dai Carabinieri della Compagnia saccense, che ha sollevato il velo su presunti abusi sessuali perpetrati tra Menfi e Gibellina a danno di una ragazzina di 14 anni che sarebbe stata costretta a prostituirsi con la complicità della madre. Il prossimo 27 gennaio risponderanno all’appello della prima udienza preliminare la madre, poi Pietro Civello, 63 anni, di Gibellina, e poi Calogero Friscia, 25 anni, Vito Sansone, 43 anni, e Vito Campo, 69 anni, tutti di Menfi.

Rispondi