Per i distratti dal coronavirus, meglio parlare delle storture introdotte dal cosiddetto Wanna Marchi della politica!!!
“Non è andata delusa la grande attesa per la decisione del Comitato europeo dei diritti sociali sul “contratto a tutele crescenti” introdotto nell’ambito del Jobs Act. Il verdetto è molto netto: l’Italia ha violato la normativa comunitaria in materia di licenziamento illegittimo intimato agli assunti dopo il 7 marzo 2015 (data di entrata in vigore del decreto legislativo che ha abolito l’articolo 18 per i nuovi contratti di lavoro).” (Fonte Il Fatto Quotidiano)
La decisione è stata resa pubblica l’11 febbraio 2020. E adesso?

Rispondi