Funzionari, politici e mazzette
Restano tutti ai domiciliari

Il Riesame respinge i ricorsi. Per alcuni la posizione si appesantisce

Resta ai domiciliari il funzionario comunale Mario Li Castri, così come i consiglieri comunali ed ex capigruppo di Pd e Italia Viva, Giovanni Lo Cascio e Sandro Rerrani, e l’imprenditore Giovanni Lupo. Per questi ultimi tre il Riesame, presieduto da Stefania Brambille, ha riqualificato tutti i capi di imputazione da corruzione impropria a propria, che prevede una pena più pesante in caso di condanna.

Il Riesame di fatto ha accolto la ricostruzione del procuratore aggiunto Sergio Demontis e dei sostituti Giovanni Antoci e Andrea Fusco, mentre il Gip aveva optato per la corruzione impropria in fase di emissione del provvedimento cautelare.

Fonte : Live Sicilia

Rispondi