A Vittoria, in provincia di Ragusa, la Guardia di Finanza ha eseguito un sequestro di circa 4.500 litri di “sanificante per le mani”, di cui oltre 2.100 litri già confezionato, privo della autorizzazione del Ministero della Salute. A produrre il sanificante è stata una nota azienda di Vittoria che, approfittando dell’attuale emergenza legata al coronavirus, avrebbe affiancato all’originaria attività di produzione di saponi e detersivi quella più remunerativa di produzione di sanificante per le mani, in assenza però delle prescritte autorizzazioni. Il titolare della fabbrica è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di frode nell’esercizio del commercio. L’attività ispettiva condotta e le perquisizioni nei locali della società hanno consentito il sequestro di oltre 1.500 litri di sanificante già confezionato e pronto per essere immesso in consumo nonché di ulteriori 2.300 litri circa, da riversare nelle boccette per la vendita al dettaglio.

Rispondi