Fuggi fuggi con gente che si getta in mare per sfuggire ai controlli e alla denuncia. Questo si sono ritrovati dinanzi i militari della Capitaneria di Porto Empedocle, agli ordini del comandante Gennaro Fusco durante il blitz messo a segno ieri alla Scala de Turchi. Controlli serrati e occhi puntati sulla zona chiusa dal 27 febbraio per effetto del sequestro firmato dal procuratore capo Luigi Patronaggio per rischio crolli e per le indagini aperte sulla vicenda della proprietà del sito. Nel week end, come era prevedibile, la spiaggia che conduce alla marna bianca, è stata meta di diversi turisti. I militari della Capitaneria, hanno denunciato quattro persone.
Le persone, nonostante cartelli e divieti, sono state sorprese sulla marna bianca. L’ipotesi di reato contestata, ad ognuno di loro, è violazione dei sigilli. Alcuni turisti, presenti sulla marna bianca, alla vista del personale della Capitaneria, si sono dati alla fuga. Alcuni di essi si sono gettati a mare allontanandosi, altri invece si sono diretti verso la sommità della scala nella parte più pericolosa, impedendo di fatto l’identificazione.

Rispondi