Il Tribunale di Agrigento ha condannato a 4 mesi di reclusione ciascuno, per furto aggravato, cinque componenti un nucleo familiare che per almeno quattro anni avrebbero approvvigionato abusivamente la propria palazzina, tra Agrigento e Porto Empedocle, di corrente elettrica tramite un allaccio abusivo, risparmiando circa 6mila euro. Si tratta di Maria La Cara, 40 anni, Alex La Cara, 27 anni, Salvatore La Cara, 34 anni, Rosario Aliseo, 46 anni e Lina Pucillo, 33 anni. La pena inflitta agli imputati (difesi dagli avvocati Gianfranco Pilato, Fabio Inglima, Teresa Balsano e Daniele Re) è la stessa che ha proposto la pubblico ministero Manuela Sajeva ed è ridotta di un terzo per effetto del giudizio abbreviato.

Rispondi