La nave Moby Zazà, ancorata in rada a Porto Empedocle, è rientrata nel porto empedoclino per consentire lo sbarco di una donna di 31 anni originaria del Camerun, tra i 28 positivi al covid, e in quarantena, alle prime settimane di gravidanza. Croce Rossa e Guardia costiera hanno collaborato alle operazioni. L’africana è stata trasferita precauzionalmente all’ospedale “Cervello” di Palermo. La donna è stata finora ospite della “zona rossa” allestita a bordo della nave al fine di consentire la netta separazione tra i migranti positivi al covid e gli altri in quarantena precauzionale

Rispondi