La polizia canadese ha arrestato nel pomeriggio di ieri Nicola Spagnolo, 45 anni, originario di Cattolica Eraclea ma da anni residente a Montreal, con l’accusa di tentato omicidio. Spagnolo è ritenuto “vicino” al clan Rizzuto, famiglia mafiosa originaria di Cattolica Eraclea. La polizia lo ritiene responsabile del tentato omicidio di una persona accoltellata più volte nella notte tra sabato e domenica in un bar in rue Saint-François-Xavier, nel Vecchia Montreal. Nicola Spagnolo è figlio di Vincenzo Spagnolo, ucciso nell’ottobre 2016 a Montreal, nell’ambito della guerra di mafia condotta contro il clan Rizzuto. Spagnolo sr era ritenuto uno dei consiglieri più “affidabili” del boss Vito Rizzuto. Spagnolo jr, invece, è considerato uno dei membri del clan Rizzuto e in particolare vicino alle figure di Leonardo Rizzuto (tornato a Cattolica Eraclea la scorsa estate in vacanza) e Stefano Sollecito, i due vertici della famiglia mafiosa. Nell’aprile 2013 Nicola Spagnolo è stato condannato a nove mesi di reclusione per possesso di arma da fuoco.

Rispondi