Un uomo di 81 anni è stato derubato del borsello nel quale teneva 100 euro, dopo un tentato episodio di truffa dello specchietto . E’ accaduto tutto mentre l’anziano, al volante della sua auto, stava percorrendo contrada Caos. All’improvviso, senza accorgersi di niente, ha sentito un botto e pochi istanti dopo è stato fermato da due giovani che sostenevano d’aver subito il danneggiamento dello specchietto retrovisore della loro auto. Specchietto che effettivamente era rotto, ma l’anziano – difendendosi – continuava a ripetere di non aver fatto nulla e che quanto rappresentato dai due era impossibile. Uno dei due giovani però, incalzandolo, chiedeva l’immediato pagamento dei danni subiti perché, appunto, “lo specchietto retrovisore era in frantumi”. Mentre uno discuteva con l’anziano, l’altro gli rubava il borsello dall’abitacolo. Tornato a casa, l’anziano a visto che il borsello non c’era più. L’agrigentino, ancora sotto choc, ha formalizzato denuncia alla polizia e gli agenti della sezione Volanti della Questura hanno avviato le indagini. Il pensionato, però, è risultato essere talmente frastornato da non ricordare neanche il modello dell’auto dei due mascalzoni.

Rispondi