Licata e Ravanusa in stato d’allerta sul fronte Covid 19. A Licata il tampone positivo è arrivato per la componente di una famiglia, tutta già in isolamento domiciliare precauzionale, proveniente dall’Emilia. Tutti, non appena rientrati a Licata, hanno fatto il tampone. Prima – stando a quanto emerge – sono risultati positivi il padre ed una figlia. Adesso, anche un’altra figlia più piccola. L’Asp di Agrigento – per l’intera famiglia – aveva già attivato, come da routine, l’indagine epidemiologica. Ma quel nucleo familiare non ha incontrato nessuno e fin da subito si è posto in isolamento precauzionale. Salgono a sette i contagi – tutti recenti – registratisi a Licata. Oltre a tre giovani rientrati dopo una vacanza all’estero, il tampone è risultato positivo per un 48enne che, sentendosi male, è andato in ospedale e, poi, di recente, anche per altre due persone. Quindi, Ravanusa. “L’Asp mi ha appena comunicato ufficialmente la guarigione di un paziente Covid – ha spiegato il sindaco Carmelo D’Angelo -, ma mi ha anche annunciato, purtroppo, un nuovo caso di contagio. Si tratta di un nuovo focolaio. Cari giovani, soprattutto voi, – ha lanciato un nuovo appello l’amministratore – siate prudenti, poco indifferenti e attenti ad utilizzare tutte le precauzioni necessarie”.

Rispondi