AD AGRIGENTO CI VUOLE UN’AMMINISTRAZIONE CHE FINALMENTE FACCIA SUL SERIO.

DA EX SINDACO DI RACALMUTO PER 13 ANNI, HO DECISO DI DARE UNA MANO AL FUTURO PRIMO CITTADINO DI AGRIGENTO, FRANCO MICCICHE’: UN GALANTUOMO ED UN OTTIMO AMMINISTRATORE.

ECCO PERCHE’ CI STO METTENDO LA FACCIA E SONO CANDIDATO AL CONSIGLIO COMUNALE, NELLA LISTA VOX ITALIA, DEL FILOSOFO DIEGO FUSARO…

Cosa ci manca ad Agrigento?

Viviamo su una meravigliosa terrazza sul mare. Siamo gli eredi di Empedocle e Pirandello. I custodi del più grande patrimonio archeologico del Mediterraneo: la Valle dei Templi. Abbiamo insegnato al mondo intero cosa significa la parola civiltà. Il clima, il sole e le suggestive distese di spiagge sabbiose sono davvero invidiabili! Non mancano i teatri, un pala congressi, una miriade di strutture ricettive. Abbiamo un meraviglioso centro storico, anche se abbandonato a sé stesso, tempestato di chiese ed architetture medievali, specie di epoca Chiaramontana. Accanto a San Gerlando c’è anche San Calò che ci protegge. E la Sagra del Mandorlo in Fiore è una splendida vetrina internazionale.

Eppure ci manca il lavoro, ci manca l’acqua, la città è sporca e piena di sterpaglie, le strade sono tutte quante dissestate. I trasporti pubblici sono inesistenti. In compenso tasse e tariffe su acqua e rifiuti sono le più care d’Italia.

Ed allora?

Cosa facciamo?

Solo un colpo di matita sulla scheda elettorale ci può salvare, è l’unica possibilità che abbiamo.

Rispondi