“L’inquinamento del mare di San Leone? Colpa dei pennelli”

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, è in corso, innanzi ai giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Mazzara, il processo a carico dei vertici di Girgenti Acque per il presunto inquinamento del mare di San Leone. Ha deposto come testimone il coordinatore dell’associazione ambientalista “MareAmico”, Claudio Lombardo, il quale, tra l’altro, ha ribadito: “L’inquinamento di San Leone è di esclusiva responsabilità dei pennelli a mare. L’allora procuratore aggiunto di Agrigento, Ignazio Fonzo, pochi mesi dopo il suo insediamento, con un apposito provvedimento ordinò a Girgenti Acque di indirizzare il flusso delle acque nere direttamente al depuratore di Sant’Anna perchè i pennelli non erano in grado di gestirli”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: