Atti sessuali con disabile, licatese assolto in Appello

Asoluzione perchè il fatto non sussiste. I giudici della Corte di appello di Palermo cancellano la condanna a 3 anni di reclusione inflitta dai giudici del tribunale di Agrigento nei confronti di Angelo Saverini, 31 anni, operatore di una comunità di Licata, accusato di avere compiuto degli atti sessuali con una disabile di 16 anni la notte di Capodanno del 2013. Il difensore, l’avvocato Francesco Lumia, aveva sostenuto che l’imputato andasse assolto, innanzitutto perchè non corrispondeva a vero che la disabile fosse affidata alle sue cure “svolgendo mansione di inserviente e cuoco” e poi perchè l’iniziativa degli atti sessuali, secondo quanto sarebbe emerso dalle testimonianze, secondo la difesa, sarebbe arrivata dalla ragazzina.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: