L’inchiesta Dolce Vita bis che ha riguardato un giro di presunto squillo nell’omonimo locale sito nella zona industriale tra Agrigento e Aragona continua con altri sviluppi.

Il Gip Luisa Turco ha disposto il rinvio a giudizio per tre rumene, dopo essere riusciti a rintracciare dopo  lunghi tentativi gli imputati.

La prima udienza si svolgerà il 27 gennaio prossimo,per gli altri 4 imputati a oggi irreperibili, il giudice ha disposto un rinvio al 13 dicembre 2021.

Il collegio di difesa è rappresentato  dagli avvocati (Salvatore Bruccoleri, Aldo Virone, Daniele Re e Agnesa Neculai) che non ha chiesto riti alternativi.

Le accuse contestate sono il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e l’esercizio della prostituzione.

Le ipotesi di reato contestate venivano consumate all’interno del locale.

Rispondi