I giudici del tribunale del riesame di Agrigento, presieduto da Alfonso Malato, hanno confermato quanto deciso dal gip del Tribunale, Luisa Turco, sul no al dissequestro di una società del gruppo Pelonero, attraverso la quale si gestisce un punto vendita di Favara, nell’ambito dell’inchiesta sul presunto crack del gruppo. I giudici, pronunciandosi sulla richiesta dell’avvocato Daniela Posante, hanno ritenuto che, nonostante il tribunale del riesame abbia annullato le dieci ordinanze agli arresti domiciliari a carico di nove componenti della famiglia Sferrazza, vi siano ancora esigenze cautelari che giustificano il sequestro di quote sociali, beni aziendali, merci e rapporti finanziari.

Rispondi