In riferimento a quanto ut supra,scrivo la presente in nome e per conto dell’Ing.Salvatore Rametta nato il 08.10.1975 ad Avola (SR) ed ivi residente nella Via Sandro Pertini,nt.107,il quale mi ha conferito apposito mandato con procura alle liti per esporre quanto segue.

Il mio assistito ha partecipato all’avviso di selezione pubblica per il conferimento dell’incarico di responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia—Energy Manager-pubblicato da Codesto Comune in esecuzione della delibera di G.C.ri.114 del 22.09.2016 e successiva determina dirigenziale n.128 del 06.03.2017 avente ad oggetto “individuazione della figura dell’Energy Manager — avvio procedura di evidenza pubblica”, posizionandosi in graduatoria subito dopo l’aggiudicatario, Arch. Pitruzzella.

Con pec del 19.05.2020 proveniente dall’indirizzo “pompep.comune.favara.ag.it” ed inviata all’indirizzo pec “salvatotore.ramettaordineingegnerisiracusa.it” veniva comunicato che: “la S.Y. ha partecipato alla selezione in oggetto; posizionandosi subito dopo l ’Arch. Pitruzzella, nominato Energy Manager del Comune di Favara. Considerato che l’Arch. Pitruzzella è venuto a mancare circa un mese fa.

Con la presente si richiede la  Vostra  disponibilità ad accettare l’incarico

Di Energy Manager del Comune di Favara alle stesse condizioni dell’offerta da voi presentata. Stante l’urgenza del caso Si chiede Vostra risposta entro giorni due“.

La sue sposta comunicazione perveniva alle ore 10:08 del 19 maggio 2020 e trovava  immediato riscontro da parte del mio assistito che, rispondendo allo stesso indirizzo pec, in pari data e precisamente alle ore13:03, comunicata la propria intensione di accettare l’incarico di Energy Manager del Comune di Favara ed, in attesa di un’ulteriore comunicazione, fornita il proprio numero di cellulare per favorire l’interlocuzione e concordare la data di sottoscrizione del contratto.

A seguito della positiva risposta l’Ing.Rametta telefonata ripetutamente al Comune di Favara per avere notizie in ordine ad un incontro per formalizzare la sua nuova posizione di Energy Manager, posto che, come riconosciuto dallo stesso ente, gli spettava per legge subentrare al defunto Arch. Pitruzzella.

Solo in data 01.09.2020,il mio assistito apprendeva che il Comune di Favara,in spregio delle previsioni normative nonché dello stesso invito proveniente dal responsabile della P.O.4, aveva provveduto ad affidare l’incarico di Energy Manager ad altro professionista avente in graduatoria una posizione utile successiva a quella dell’Ing. Rametta.

In conseguenza di ciò, l’lng. Rametta provvedeva a diffidare il Comune e il Sindaco ad affidare l’incarico a soggetto non legittimato e chiedeva la rettifica in autotutela del provvedimento allegando copia del messaggio pec del 19maggio c.a.con cui aveva manifestato la propria disponibilità ad accettare l’incarico, nonché ricevuta di accettazione di consegna dello stesso.

A seguito di tale diffida tuttavia, Codesto Ente, per ragioni attualmente incomprensibili, si determinata a mantenere in vita l’incarico di Energy Manager & soggetto risultato terzo in graduatoria.

Da alcune verifiche effettuate, risulta che l’aggiudicatario dell’incarico di Energy Ivanager sia tale Ing. Matina che,a differenza dell’ingegnere pretermesso, ha di sicuro il requisito dell’essere residente nel Comune di Favara ed iscritto all’Ordine degli Ingegneri di Agrigento.

Tale circostanza, allo stato, pare invero l’unica ragione per la quale il Comune di Favara abbia improvvisamente fatto marcia indietro sia rispetto alla legge sia rispetto alla stessa comunicazione inviata alla nomina dell’Ing. Erica Matina è illegittima ed il comportamento tenuto da Modesto Comune e dal responsabile del procedimento, contrario alla legge.

Allo stesso modo devono ritenersi viziati da invalidità assoluta ed originaria tutti gli atti, le nomine, i pareri o le decisioni assunte dal Comune sia in via diretta, che sulla scorta di attività svolte dall’Ing. Matina che ciano riconducibili alla nomina di quest’ultima quale Energy Manager del Comune di Favara.

In particolare si rileva che con decreto del Sindaco n.2 del 25.06.2020 Codesta Amministrazione ha decretato di nominare l’Ing. Erica Matina nella qualità (illegittima) di Energy Manager nella commissione per la valutazione preventiva della proposta avanzata dalla ditta“BSCO Energia per l’Ambiente srl”,in ordine alla realizzazione di un intervento integrato di efficientamento energetico sugli impianti di pubblica illuminazione.

Anche il lavoro di tale commissione, che risulta poi aver fornito parere favorevole alla proposta avanzata dalla ditta, appare pertanto viziato dalla stessa composizione della commissione che aveva al suo interno un Energy Manager illegittimamente nominato.

Tutti gli atti realizzati pertanto dalla commissione devono ritenersi ab origine viziati dalla sua illegittima composizione e devono essere dunque annullati in autotutela unitamente alla revoca dell’incarico conferito all’Ing. Matina, ivi compreso il verbale di deliberazione della Giunta Comunalen.107del01.12.2020 con cui è stato approvato in linea amministrativa il project financing dell’impianto di pubblica illuminazione.

La presente viene inviata infatti anche al Dipartimento Energia dell’Assessorato Regionale affinchè valuti la permanenza delle condizioni di cui al D.D.G. n. 908 del 26.10.2018 e dell’avviso pubblico diretto a ‘Promuovere la Sostenibilità energetico-ambientale nei Comuni della Sicilia attraverso il patto dei sindaci”. Si rappresenta pertanto che ove Codesto finte non provvede, nell’immediatezza, alla revoca dell’incarico illegittimamente conferito aIl’Ing.Matina. con contestuale assegnazione dell’incarico di Energy Manager in favore del mio assistito. lo scrivente segnalerà le anomalie della vicenda alle autorità competenti e alla Procura della Repubblica affinché vengano valutati eventuali abusi, omissioni o profili di responsabilità penale ed amministrativa. con riserva di adire le vie legali anche per ottenere il risarcimento del danno subito.

Confidando tuttavia in un atto di responsabilità e di correttezza, si auspica un’immediata rettifica dell’operato e delle decisioni fin qui prese dall’amministrazione.

Agrigento-Siracusa 07.12.2020

Avv. Alessandro Marchica

Rispondi